Irpef: gelo tra Comune e sindacati PDF Stampa
palazzo-marino.jpg
Nessuna novità positiva dall'incontro tra Palazzo Marino e Cgil, Cisl e Uil.

6.9.13.
Ai limiti della rottura l’incontro tra le organizzazioni sindacali, la giunta Pisapia sul tema dell’Irpef e del bilancio comunale. La riunione, disertata dal sindaco Giuliano Pisapia, ha vista la partecipazione compatta di Cgil, Cisl e Uil con Graziano Gorla, Danilo Galvagni, Walter Galbusera. Dall’altra parte del tavolo,  a rappresentare la giunta, Cristina Tajani, assessore al Lavoro e Francesca Balzani, con la delega del Bilancio. Graziano Gorla dice: “La soglia Irpef decisa in precedenza non ci vedeva d’accordo. Se poi la abbassate ulteriormente per noi è scontato rivedere assolutamente tutto”. Molto netto Danilo Galvagni, della Cisl: “Per quanto ci riguarda una novità c’è, la mia organizzazione sindacale non vuole più dar credito a questo Comune. Il credito sarà valutato giorno per giorno in base alle scelte che verranno fatte. Il confronto prevede il fatto che si possano cambiare delle regole e si possano trovare delle soluzioni diverse. Oggi come oggi non ci sono le condizioni. Sulla questione dell’Irpef - prosegue Galvagni - è inaccettabile immaginare che la città di Milano si sia impoverita, per noi 33.500 euro erano un livello appena accettabile per vivere a Milano”. “Vorremmo capire quali sono i tagli agli assessorati, e che ricaduta ci sarà sulla sulla cittadinanza”. “Si tratta di scelte politiche destinate ad incidere in profondità sulla vita dei cittadini, cose, che non possono essere discusse solo con l’assessore al Bilancio senza la presenza del sindaco”. “Oggi – conclude Galvagni -  le condizioni perché le Organizzazioni sindacali possano partecipare a questo tavolo non ci sono, speriamo che si creino di nuovo, noi siamo disponibili”. Anche la Uil, con Walter Galbusera,  è uscita insoddisfatta dall’incontro (Agenord).
 
 
< Prec. Indice archivio Pros. >